Enrico BRION - ARTFACE Creative Space - Musica e Arte

Logo artface
Contenitore creativo per Musica e Arte
Logotype artface
Contenitore creativo per Musica e Arte
Vai ai contenuti

Enrico BRION

MUSIC > Docenti
Brion Enrico tastierista
Compositore e pianista

Inizia negli anni 90' lo studio del pianoforte jazz con Paolo Birro e di arrangiamento con Marcello Tonolo ai corsi del Suono Improvviso a Venezia. Nel frattempo si dedica alla composizione e, collaborando con il giornalista scrittore fiumano Giacomo Scotti, scrive le musiche per diversi spettacoli multimediali (Non si trova cioccolata, 1994; Quando gli altri fratelli chiudono gli occhi, 1995). Nel 2000 vince, presso l' Officina Musicale di Mogliano Veneto -TV, una borsa di studio per i seminari della Berklee Summer School a Umbria Jazz Clinics a Perugia.
Nel 2002 incide Elisewin, primo disco a suo nome. Nel gruppo figurano: David Boato (tromba), Marcello Allulli (sax tenore), Salvatore Maiore (contrabbasso), Zeno De Rossi (batteria).
Il disco, che contiene solo brani originali, ottiene una recensione dalla rivista specializzata Musica Jazz. Qui di seguito un estratto:
"(...) il pianista e compositore veneto (...) sembra prescindere da questa o quella fonte di ispirazione e proiettarsi, nella più completa libertà espressiva, verso spazi chiaramente ancora legati alla tradizione ma tutt'altro che saturi. (...) In anni contraddistinti dal culto del comporre a ogni costo(...) la scoperta di un giovane compositore nel senso più completo del termine, e quindi in possesso di una fertilissima vena creativa, non è certo cosa da poco" (Lombardi- Musica Jazz, febbraio 2007).
Tra il 2003 e il 2006, presso il Conservatorio Tartini di Trieste, approfondisce gli studi di piano con Glauco Venier e arrangiamento con Pietro Tonolo, e studia composizione contemporanea con Fabio Nieder e Luca Cori.
Ideatore e organizzatore di Myfavoritìngs, festival di musica originale che si svolge nella provincia di Venezia e che, dal 2008 a oggi, ha visto 5 edizioni e la partecipazione di un centinaio di artisti.
Dal festival nasce anche, nel 2009, l'Orchestra Componibile, un' ensemble-laboratorio di musica originale che, con il sostegno della Regione Veneto, incide a novembre 2010 Orchestra Componibile, musica per piccola orchestra e 5 direttori. Del disco parlerà la trasmissione specializzata Battiti, di Radio3 (8.6.2011)
Nel 2011 Maurizio Giammarco scrive un brano e una suite per l' Orchestra Componibile e partecipa al progetto anche come ospite solista durante un concerto all’Auditorium Candiani (Venezia Mestre, 10 dicembre 2011).
Ma l’Orchestra Componibile è anche un ensemble in cui si sperimenta l’improvvisazione libera e soprattutto la Conduction (la pratica che utilizza un vocabolario di segni e gesti - istruzioni - per modificare o costruire in tempo reale arrangiamenti o composizioni musicali).
A giugno 2012 l'Orchestra Componibile incide il secondo disco, Pass Art Out, durante una sessione di registrazione completamente improvvisata al Teatro Elios-Aldò di Scorzè (VE). Il disco viene pubblicato con le note di copertina di Roswell Rudd.
If you love texture, you will love this orchestra.
The sounds are created, combined and controlled with great sensitivity. Not only that,
but everything is the right length and dynamic for its acoustical content; this alone
makes the listening experience most worthwhile. Bravo!
Nel 2013 L’Orchestra Componibile ricompone il proprio organico ospitando nuovi musicisti e si trasferisce in un borgo medievale fra le colline della Maremma, ospiti di Casella Creativa, per un workshop di alcuni giorni (Pereta - Grosseto, Toscana – 23/26 luglio 2013).
A settembre 2012 registra invece il suo secondo lavoro a proprio nome con il gruppo Quadrivio, nome che darà anche il titolo al disco. Nel gruppo: Giovanni Masiero (sax tenore), Salvatore Pinello (contrabbasso), Igor Checchini (batteria); e, come ospiti: Maurizio Scomparin (tromba), Ilic Fenzi (tromba), Tony Costantini (trombone), Alberto Collodel (clarinetto basso).
Nel 2014 Quadrivio partecipa al Jazz It Festival (Collescipoli –Terni, Umbria- 21/24 giugno 2014).
Nel 2015 risulta fra I 5 finalisti del Concorso Internazionale di Arrangiamento e Composizione per Big Band Barga Jazz, nella sezione Composizioni Originali.
Nel 2015, durante le sessioni di free a Spazio Aereo (locale dell’area veneziana), fonda, con il chitarrista Federico Della Puppa e il trombonist Tony Costantini,  Macchinisti, un trio di improvvisazione radicale.
Oltre a numerosi concerti, Macchinisti tengono alcuni workshop e performance condivise nelle quali invitano a partecipare altri musicisti di diversa estrazione e di qualsiasi livello e il pubblico. (Lanificio Paoletti, Follina, TV – 14 Maggio 2016; Chiostro SS. Cosma e Damiano, Giudecca, Venezia, 21 Agosto 2017; Villa Marignana Toni Benetton, Mogliano Veneto, TV - 16 September 2017).
Seminari di alta specializzazione con: Kenny Wheeler, Roswell Rudd, Franco D'Andrea, Maurizio Giammarco, John Taylor.
Dalla fine degli anni '90 si dedica all'insegnamento di pianoforte, armonia, musica d'insieme in diverse scuole della provincia di Venezia e Treviso.
Dal 2016 tiene un corso intitolato  (Possibili) Tecniche Compositive, nel quale affronta, fra le alter cose, l’analisi di alcune tecniche antiche della polifonia medioevale per riportarle a servizio della musica di oggi.

Discografia:
Elisewin- Enrico Brion (Bolina, 2002)
Acronimi, anagrammi e città - Giovanni Buoro (2009)
Musica per piccola orchestra e 5 direttori- Orchestra Componibile (MFT, 2010)
Dimentico le Parole - Michela Bayou (2011)
Pass ℗ art out- Orchestra Componibile (MFT, 2012)
Quadrivio - Enrico Brion (Zone di Musica, 2012)
Associazione ARTFACE - Via Roma 220 - Villorba (TV) PI 04458440262 - info@artface.it - Mob 346 210 1804
Torna ai contenuti